open to meraviglia

Tranquilli, ci abbiamo pensato noi di Marketing Toys.

Il marketing è una cosa seria. Per noi ogni storia nasce da analisi e strategia. Supportiamo progetti, startup e aziende affiancandole nel loro processo di crescita.
Vuoi saperne di più?
Visita la sezione dedicata alla Challenge “Be a Meraviglia” per conoscere tutti i dettagli.

La storia di OpenToMeraviglia.it

Cosa è accaduto realmente con il dominio Open To Meraviglia della campagna Italia.it
Venerdì 21/04
Ore 20.00
Due consulenti di marketing (ed un ingegnere!) si trovavano a Parigi in un teatro in attesa dell'inizio di un concerto. Sono qui perché amano integrare al lavoro momenti di felicità.
Ore 20.03
Filippo (uno dei consulenti) è intento a spippolare sul suo smartphone scorrendo le notizie e i post del giorno, quando all'improvviso sobbalza sulla sedia: “Oibò, ma il dominio opentomeraviglia.it è libero!”
Ore 20.04
A quel punto Gaia (l'altra che è fissata con i modelli di business...) presa da uno spontaneo e naturale entusiasmo, si alza dalla sedia ed urla “Registralo subito!”. Il resto è storia.
Sabato 22/04
Alcune testate giornalistiche contattano Gaia e Filippo e raccontano la loro storia: La Repubblica, ANSA, Open, Quotidiano.net, Dire.it, Corriere Fiorentino, Firenze Today, Informazione.it, Il Fatto Quotidiano e molti altri.
Da Lunedì 24/04
In alcune interviste radiofoniche, Marketing Toys racconta quello che è accaduto: The Breakfast Club su Radio Capital 1h45' (link), Forrest su Radio Uno 24' (link) e Radio Popolare Milano 62' (link).
Venerdì 26/05
In attesa di un possibile riscontro da parte del Ministero al quale abbiamo offerto di donare il dominio, abbiamo deciso di lanciare l'iniziativa “Be a meraviglia” in collaborazione con Beople.
Hai suggerimenti su come potremmo utilizzare il dominio opentomeraviglia.it? Faccelo sapere.
Se il dominio Open To Meraviglia non verrà reclamato dal Ministero è nostra intenzione mettere a frutto insieme a voi questa esperienza, altrimenti saremo felici di donarlo a supporto della campagna.
Cliccando su “invia” presto il consenso al trattamento dei miei dati limitatamente a quanto necessario per dar corso alla presente richiesta (Privacy Policy)
I messaggi degli utenti del dominio Open To Meraviglia
Alcuni dei (tantissimi) messaggi che ci sono arrivati con i vostri suggerimenti su come questo spazio potrebbe essere utilizzato, grazie! ;)
CRISTINA
Sfruttarla bene per coinvolgere gli italiani a riscoprire l'Italia dei piccoli paesini.
Cosa potremmo farci? Ho utilizzato lo stesso messaggio di "Alessandro" che ha lasciato un commento prima di me, perché ritengo la sua idea molto interessante! Essendo un'insegnante, penso che un'iniziativa come questa potrebbe essere sfruttata anche per un bellissimo progetto di alternanza scuola-lavoro. Vi immaginate i nostri ragazzi al lavoro? Io vedo uno stimolo alla loro creatività, intelligenza e sensibilità.
Mi piacerebbe un sito aperto e condiviso, di bellezza ne abbiamo un'infinità!
ANDREA
Continuate così, che strappando un sorriso fate molto meglio di tutti gli altri che ne parlano.
Cosa potremmo farci? Grazie. In tutto questo caos di polemiche su questa campagna, avete avuto la capacità di trattare con leggerezza l’argomento e penso che stiate riuscendo a far parlare dell'Italia in modo creativo, facendo emergere quello che dovrebbe essere il vero attrattore degli stranieri quando si parla di turismo verso il nostro paese: la bellezza. Grazie perché state dipingendo gli italiani per quello che sono (e sono sempre stati), dei creativi. E forse il Ministero del Turismo dovrebbe pagare anche voi a questo punto. Grazie.
Continuate così, che strappando un sorriso fate molto meglio di tutti gli altri che ne parlano.
LAURA
Buongiorno Filippo e Gaia!
Cosa potremmo farci? Sono Laura, visceralmente italiana, residente in Siria, sostenitrice del Ministro Santanchè e del Presidente Meloni.
Stavo suggerendo ad un Amico di visitare il Vs. Sito web, e di farsi venire in mente un' idea, quando ho visto la bella lettera di ringraziamento (peraltro scritta senza utilizzare nemmeno una parola che non sia nella nostra amata lingua italiana, bravi!).
Sono sempre defilata, assente sui social media, per cui non ho idea dei commenti (ma certo, come ho fatto a non pensarci, oggigiorno?), quando invece spuntano sempre siti-web-truffa apparentemente governativi.
Auguro buon lavoro a Voi; e che possano giungere idee creative per questo progetto nato per caso, frutto di intelligenza competente, che potrebbe diventare un servizio pubblico, e già si è rivelato tale nella Vs. disponibilità: un esempio di libera iniziativa che può aiutare tutti a crescere.
Ce lo insegna l'antica storia della nostra amata terra Toscana: l'uomo, il suo ingegno, la libera impresa, i singoli Comuni e l'intero patrimonio culturale nazionale, conosciuto e apprezzato nel mondo come unicamente 'italiano'
E con tutto questo..vorrei iscrivermi oggi alla newsletter, grazie!
Laura
JESSICA
Siete dei grandi!!!!!!!!!!
Cosa potremmo farci? Aggregatore di business turistici SUPER LOCAL in Italia. (target di clienti esteri).
MARCELLO
Sospettare sempre che gli altri siano mossi da uno scopo, da un interesse, invece che da un sentimento, è un brutto segno.
Cosa potremmo farci? Sospettare sempre che gli altri siano mossi da uno scopo, da un interesse, invece che da un sentimento, è un brutto segno. La felicità consiste nel poter dire la verità senza far mai soffrire nessuno.
DONATELLA
Clap, clap, clap Novanta giorni di applausi
Cosa potremmo farci? Potrebbe essere carino far virare totalmente il significato iniziale del nome dato a questa campagna partita zoppicante, ad esempio dando al concetto di MERAVIGLIA una sfumatura di significato completamente diverso... la DIVERSITÀ, in tutte le sue infinite accezioni, come sinonimo di MERAVIGLIA.
Il nome diventerebbe quindi apertura alla diversità, all'unicità e alla straordinarietà di cui il mondo è ricco ad ogni latitudine... diversità di persone, pensiero, sentire, tradizioni... ma anche di paesaggi, scorci... potrebbe essere un pozzo senza fondo, da cui attingere ricchezza e autenticità. E marcando una presa di posizione netta rispetto alla politica discutibile di questo governo, ai suoi continui proclami d'odio e alle invettive contro il diverso...
Se nei loro progetti era l'Italia che avrebbe dovuto essere la meraviglia a cui doveva essere legato il concetto di apertura, in questo modo si sposterebbe il focus su qualcosa che è lontano anni luce dalla loro idea di mondo.
Con buona pace della figura dell'influencer, che forse è destinata - nel lungo tempo - ad un inesorabile tramonto.
GIANMARIA
Create un portale con mappa e filtri per aree di interesse
Cosa potremmo farci? La promozione delle nostre bellezze naturali e artistiche non può essere centralizzata, con descrizioni demandate a consulenti che hanno il compito di copiare da wikipedia, sintetizzando all'inverosimile. Bisogna creare un contenitore dove enti locali o apt o singole istituzioni (musei) immettano contenuti o linkino le loro pagine web.
Create un portale con mappa e filtri per aree di interesse, aree geografiche, periodi storici ecc. I contenuti ve li fate linkare da chi vi paga. Saluti.
FEDERICO
Una raccolta di immagini dei monumenti delle nostre città violentati dalle vernici
Cosa potremmo farci? «Spene», diss’ io, «è uno attender certo de la gloria futura, il qual produce grazia divina e precedente merto.
Dante Alighieri xxv Paradiso 67-69
Una raccolta di immagini dei monumenti delle nostre città violentati dalle vernici di chi pensa che vandalizzare sia un modo per darsi voce.
Uno spazio per raccogliere e testimoniare con scatti da smartphone la " mala ragione" sensibilizzando al recupero ed al rispetto del bene storico/artistico comune.
SIMONA
Pubblicizzare un mondo green
Cosa potremmo farci? Visti gli imbrattamenti dei monumenti per la lotta ambientale perché non utilizzare il dominio per pubblicizzare un mondo green, accanto a tutte lotte per l'ambiente in italia e nel mondo, compresi interventi artistici e opere ingegneristiche che hanno per oggetto il cambiamento climatico
IDA
Complimenti, siete dei grandi!
Cosa potremmo farci? Forse un sito di vera promozione della cultura italiana, senza cadere nei cliché anglicizzanti e esterofili, che agli stranieri non piacciono per niente (avete presente l'Italian sounding?).
Già comunque una pagina come questa è un ottimo inizio!
Insegno italiano a stranieri e parleremo sicuramente di voi in classe, perciò ai complimenti unisco un ringraziamento. Au plaisir !
ANDREA
Semplicemente Geniali
Cosa potremmo farci?  a mio avviso fare un vero dominio "open" alle meraviglie italiane...fatto di stranieri, che condividono i motivi per cui vengono in Italia...ci danno spunti per vedere l'Italia con i loro occhi. Che fanno capire a noi italiani i plus che li portano a scegliere il nostro paese; questo per evitare quelle autocelebrazioni un po' melense e a volte tanto ridicole...
ALESSIO
Bravi
Cosa potremmo farci? Bravissimi per avere acquisito il dominio, bravissimi per l'utilizzo che ne avete fatto e bravissimi anche e soprattutto per la vostra filosofia di vita e lavoro che ho avuto modo di leggere in queste pagine, e ve lo dico con un pizzico di sana invidia. Come potrebbe essere_utilizzato_questo_dominio: Va benissimo come e' stato utilizzato e sinceramente non lo regalerei al Ministero, e non per trarne un profitto. Lo concederei in cambio di un intervento destinato al sociale. Si perché se questo dominio non lo aveste acquistato vuoi sarebbe stato sfruttato per la sua eventuale vendita al Ministero(io stesso lo avrei venduto perché non sarei stato in grado di pensare ed agire come voi).

E proprio perché voi avete fatto questo tipo di scelta nessuno meglio di voi può sapere come utilizzare questo dominio.
IRIS
Rimarrà indissolubilmente legato alla Venere di Botticelli
Cosa potremmo farci? Buonasera, ormai Open to Meraviglia, visto il grande interesse mediatico, è e rimarrà indissolubilmente legato alla Venere di Botticelli. Pertanto, potrebbe essere utilizzato per proporre eventi, mostre, musei, opere pittoriche e quant'altro legato al mondo della cultura o al turismo, ma di nicchia, focalizzando l'interesse non sulle grandi città o i borghi più famosi (che già sono inclusi nel sito Italia.it) bensì sulle piccole eccellenze nascoste nei piccoli borghi o paesi. Come lo sguardo meravigliato di un bambino nei cui occhi si riflette l'immagine dei fenicotteri rosa in volo nella laguna di Chioggia.
Oppure, essendo la Venere simbolo di bellezza, il sito potrebbe essere usato per promuovere prodotti di bellezza. O per promuovere innovazioni scientifiche. Oppure rivenderlo all'Enit?
LARA
Ciao!
Cosa potremmo farci? Ciao, ieri ho scritto un messaggio e inviato per sbaglio. Non é da me criticare cosi e quindi ho riflettuto bene a cosa si potrebbe fare per fare una critica piu costruttiva rispetto a quella che ho mandato ieri. Ammetto che come molti altri, mi inorridisce pensare che si sia deciso di incollare alla Venere di Botticelli l'identità di una influencer, lo trovo profondamente ingiusto. Al contempo ho pensato che tale scelta sia stata fatta con l'idea di renderla più vicina ai giovani. Credo sia uno sbaglio perché sono sicura che non tutti i giovani vi si riconoscano. Da ex studente del liceo artistico allora mi sono chiesta, cosa avrei desiderato da giovane? Ecco, allora perché non chiedere ai giovani, magari facendo partecipare scuole di diverse città turistiche italiane, di proporre la loro visione della Venere. Credo che potrebbero nascere cose molte interessanti e si potrebbe creare una piattaforma alternativa a quella del sito ufficiale del turismo, in cui proprio i giovani, visto che sono stati tirati in causa ma senza davvero essere interpellati, possano raccontarci le loro città, proporre percorsi turistici alternativi, storie interessanti e quindi partecipare attivamente ad un progetto culturale per promuovere l'Italia, partendo proprio dalle città in cui vivono e conoscono bene (o magari potrebbe essere proprio uno stimolo per conoscerle meglio e amarle di più). Ecco...spero che mi perdoniate lo sfogo di ieri e che da questo dibattito animoso su questi milioni di euro ormai spesi, possa nascere un'opportunità positiva...tanto ormai sono stati spesi, indietro non si può tornare ma si può andare avanti :) Un caro saluto.
CHIARA
Gentilissimi, adoro la vostra idea! Mi occupo di psicologia dell'innovazione
Cosa potremmo farci? Mi piacerebbe molto che faceste una vostra versione di promozione dell'Italia, al posto di quella orribile che abbiamo visto. Con uno sforzo contenuto (non ho veramente dubbi che siate in grado di fare meglio!) potreste dimostrare come si possa fare una bella campagna. Inserirei il costo che vi sareste fatti pagare per farla, che immagino sia decisamente più basso di quello dell'Armando Testa. Insomma, un ulteriore modo per farvi conoscere non solo per la vostra arguzia, ma anche concretamente per le vostre abilità. Grazie
ALESSANDRO
Sfruttarla bene per coinvolgere gli italiani a riscoprire l'Italia dei piccoli paesini
Cosa potremmo farci? Ciao, il blog potrebbe essere un ottimo modo per raccogliere idee su nuovi eventi culturali, artistici, (e così via) da proporre ad un ente che poi li organizzerà in concreto! Potrebbe essere un'ottima idea per ingaggiare non tanto i turisti stranieri ma quelli italiani sulle bellezze sconosciute: per esempio, i borghi più unici, le località più caratteristiche e poco conosciute, i tour consigliati evitando le città già molto famose per venire a contatto con i paesini ricchi di storia, di cultura e di tradizioni.
Se dovesse essere una buona idea, poi, si potrebbe lanciare un'app (stile Nextdoor) per chi vuole fare dei tour "affidabili" per scoprire l'Italia partendo dai paesini sperduti e riscoprendo il paese.
lo sarei il primo ad iscrivermi perché ho viaggiato molto in Europa ma nel mio paese ho visto solo le cose famose che tutti conoscono. Mi piacerebbe molto riscoprire il mio paese in tour organizzato (es: WeRoad) in case di vecchietti in paesini sconosciuti (es: comehome) per conoscere le tradizioni più radicate nel territorio.
Grazie dell'attenzione, sono certo che, qualsiasi cosa verrà fuori, sarà meritevole del mio interesse in futuro!

Perché questa pagina?
Ci piace osservare il mondo, con curiosità ed attenzione. Ci diverte riflettere sui progetti di impresa intorno a noi per comprenderli e capire come migliorarli. Impariamo dalle esperienze e ci facciamo sempre un sacco di domande...

Come le persone che si sono collegate in questi giorni: più di 150.000 persone in 5 giorni.

Ci tenevamo anche noi a dirvi GRAZIE: ringraziamo tutti quelli che in un modo o in un altro hanno manifestato interesse con commenti, post e messaggi a questa iniziativa. Se avete voglia di farci sapere come potrebbe essere utilizzato al meglio questo dominio - nel caso non venisse reclamato - riempite il form. Con un po' di pazienza (ci avete già scritto in più di 400!) risponderemo a tutti ;)
Chi siamo?
Il team di Marketing Toys SRL Società Benefit opera da più di 15 anni in modalità full remote, con una base operativa a Marchisoro HUB, in una ex-cantina all'interno di una colonica immersa nel verde in Mugello a 30 minuti da Firenze.

Ci occupiamo di consulenza ed analisi con focus sulla progettazione di brand, analisi del target e di mercato, ottimizzazione della proposta di valore e del business model, in modo etico e sostenibile.

Usiamo il Design Thinking e la facilitazione per accompagnare i nostri clienti nella definizione del loro perché. Tramite sprint e incontri di Business Design ci focalizziamo sulle persone e sui propositi, e poi sulle soluzioni.

Affianchiamo imprese e startup con metodo e cura, e ci dedichiamo a co-disegnare con loro in modo partecipato e condiviso la migliore strategia per i loro progetti di impresa, ancora prima del piano di marketing.

Facciamo "domande belle" ai nostri clienti per incoraggiarli a chiedersi "perché", per raggiungere quello che per noi è innovazione, mettendo in discussione le comuni assunzioni, indagando sulle cose che normalmente si chiamano scontate, mettendosi a pensare su nuove possibilità. Cercando insieme di disegnare un futuro diverso.
Vuoi conoscerci di persona?
Ci piacciono i progetti, le storie delle persone, disegnare strategie efficaci e migliorare i modelli di business. Oltre a fare l'orto a Marchisoro.
Ci piace scrivere di Marketing e non solo
Alcuni articoli tratti dal blog di Marketing Toys.
Rassegna Stampa Open to Meraviglia
Una selezione dei tanti articoli in cui parlano del dominio opentomeraviglia.it e di questa pagina.
La Nascita di Venere del Botticelli: ma chi era colei?
«La Nascita di Venere è un dipinto a tempera su tela di lino (172,5 cm × 278,50 cm) di Sandro Botticelli. Realizzata per la villa medicea di Castello, l'opera è attualmente conservata nella Galleria degli Uffizi a Firenze.

Opera iconica del Rinascimento italiano, spesso assunta come simbolo della stessa Firenze e della sua arte, faceva forse anticamente collegamento con l'altrettanto celebre Primavera sempre di Botticelli, con cui condivide la provenienza storica, il formato e alcuni riferimenti filosofici. Rappresenta una delle creazioni più elevate dell'estetica del pittore fiorentino, oltre che un ideale universale di bellezza femminile.

La Nascita di Venere è da sempre considerata l'idea perfetta di bellezza femminile nell'arte, così come il David è considerato il canone di bellezza maschile. Poiché entrambe le opere sono conservate a Firenze, i fiorentini si vantano di possedere i canoni delle bellezze artistiche all'interno delle mura cittadine.» - Tratto da Wikipedia
Di Sandro Botticelli - Adjusted levels from File:Sandro Botticelli - La nascita di Venere - Google Art Project.jpg, originally from Google Art Project. Compression Photoshop level 9., Pubblico dominio, Wikimedia